Il paradigma della Medicina Centrata sulla Persona comprende la visione empatica dei bisogni del paziente, della volontà di superare la “prigionia della malattia” e tutto quell’insieme di dolore e di disagio che occupa l’animo e che  rende talora impossibile al paziente aprirsi ad altre esperienze di vita. In una revisione del sistema sanitario esistono i presupposti per una Medicina Centrata sulla Persona:

1.    Il divario tra il ”sistema sanitario” e il ”sistema di salute emerge in tutta evidenza ed è necessario tenerne conto per affrontare e riprogrammare la sanità alla luce anche delle sempre maggiori difficoltà economiche della nazione. Il sistema sanitario non esaurisce tutto l’ambito tematico proprio della salute. Nell'ottica di una revisione si devono, invece, considerare tutti gli elementi significativi e significanti di un sistema di salute.

2.    La presenza di popolazioni migranti è in netto aumento, così come la necessità di far fronte a bisogni complessi che necessitano di diversi saperi di salute. Così come è urgente sviluppare maggiori conoscenze sulla salute di genere.

3.    L’ambiente sociale influenza i processi psicologici che, a loro volta, influenzano quelli biologici secondo l’ormai noto “gradiente sociale nella salute”. La presenza di gerarchie nelle società moderne non sembra essere eliminabile, ma le sue conseguenze possono variare dato che il fenomeno del “gradiente di salute” non è limitato ai paesi più poveri o alle classi sociali indigenti. 
La posizione nella scala sociale diventa importante e genera conseguenze sulla salute nel momento in cui la persona è impossibilitata a soddisafare bisogni fondamentali per il benessere: il controllo sulla propria vita, la possibilità di partecipazione sociale, la soddisfazione di bisogni per la propria salute.

4.    È pressante la richiesta sociale di umanizzazione della medicina, con minori effetti jatrogeni, informazione più affidabile e corretta, innalzamento dell’etica e rispetto del diritto di libera scelta dei percorsi di salute.

5.    L’integrazione tra diversi modi di intendere la medicina è ineludibile ed è indispensabile l’interazione tra la biomedicina e la medicina su base antropologica anche in termini di equilibrio sostenibile e di farmacoeconomia. Vi è necessità di nuovi paradigmi nel pluralismo della scienza, non essendo più sufficiente conoscere e studiare la “patogenesi”.

6.    Le Medicine Tradizionali e Non Convenzionali condividono l’impegno alla diffusione, educazione, studio della “salutogenesi” che si occupa di studiare le fonti della salute fisica, psichica e spirituale come responsabilità etica e sociale, consapevoli della necessità di maggiore responsabilità ed emancipazione sociale.
Per produrre prove di efficacia delle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali sono ovviamente necessarie risorse per la ricerca di qualità ed è paradossale che l’establishment accademico e istituzionale chieda alle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali prove di Evidence-Based Medicine quando non esistono, salvo rari casi, fondi statali erogati a tale scopo.

7.    Proponiano il Paradigma della Medicina Centrata sulla Persona, per una lettura e comprensione diacronica della realtà bio-psico-spirituale e della sofferenza degli esseri senzienti e la loro cura. Una visione che supera dunque ogni dualismo contrappositivo per una rifondazione epistemologica della Medicina.

 

 

Paolo Roberti di Sarsina
Esperto per le Medicine Non Convenzionali del Consiglio Superiore di Sanità. 
Presidente dell'Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona ONLUS.
Osservatorio e Metodi per la Salute, Università di Milano-Bicocca. 


www.medicinacentratasullapersona.org
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona - onlus


Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona onlus

Via San Vitale 40/3a
40125 Bologna
www.medicinacentratasullapersona.org
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 15 Aprile 2012 16:04 )