Scegliete una manciata di semi biologici da germoglio e non sa semina. Eliminate le impurità e metteteli in un vaso di vetro capiente.

Risciacquateli più volte e lasciateli immersi in acqua tiepida per 15 minuti (anche 6 ore per i semi più grossi come ceci e azuki). Scolate l’acqua e teneteli nel vaso coperti da una garza in un luogo buio. Sciacquateli 1 o 2 volte al giorno scolando bene l’acqua. Quando saranno germinati (circa 4-6 giorni) esponeteli per poche ore alla luce del sole per arricchirli di clorofilla. Consumateli non oltre i 6 giorni da quando sono nati. 
Le dosi degli ingredienti delle ricette sono indicative per quattro persone.

 

Insalatina di spinaci, wurstel di tofu e germogli di lenticchie

Ingredienti: 150 g di spinaci novelli, 200 g di mais al naturale, 350 g di wurstel di tofu affumicati, 200 g di pomodori ciliegia, 100 g di germogli di lenticchie, 40 g di olio di oliva extravergine, un limone, un cucchiaino di senape chiara, sale.

Preparazione: pulite e lavate gli spinaci, dividete le foglie e mettetele in una grande insalatiera. Aggiungete il mais scolato dal liquido di conserva e sciacquato velocemente sotto l’acqua corrente. Tagliate i wurstel in diagonale a fettine sottili e uniteli all’insalata. Tagliate i pomodorini a metà e aggiungeteli al resto. In una terrina emulsionate la senape con l’olio, il succo di mezzo limone e il sale. Diluite con un cucchiaio di acqua e condite l’insalata solo qualche minuto prima di servirla. Mescolate delicatamente e servite cospargendo con i germogli di lenticchie. 
 

Tronchetti di formaggio e noci con germogli di alfa-alfa

Ingredienti: 400 g di caprini freschi, 50 g di gherigli di noci, tre gambi di sedano verde, 100 g di germogli di alfa-alfa, 30 g di olio di oliva extravergine. Sale e pepe di mulinello.
Per accompagnare: pane all’uvetta.

Preparazione: tritare grossolanamente i gherigli di noci. In una terrina amalgamate i caprini con le noci, l’erba cipollina tagliuzzata e una spolverata di pepe. Con l’impasto ottenuto formate su un foglio di carta forno un tronchetto, avvolgetelo su se stesso e richiudetelo a caramella. Mettete in frigorifero a rassodare per 30 minuti. Pulite il sedano dai filamenti e tagliatelo a bastoncini sottili di 2-3 cm. Allineate i bastoncini di sedano tutt’intorno ai tronchetti di formaggio tagliati anch’essi ad un’altezza di 2-3 cm, facendoli aderire bene. Tagliate il pane a fettine sottili, che tosterete sotto il grill finché saranno dorate e croccanti. Decorate il formaggio con i germogli di alfa-alfa e un filo di olio di oliva extravergine. Accompagnate con il pane all’uvetta tostato.

Osservazioni: i germogli di alfa alfa, conosciuti come germogli di erba medica, sono ricchi in vitamina C, E, K e D. Hanno un sapore dolce e delicato. Potete trovare i semi nei negozi di alimentazione naturale e biologica e, talora, i semi germinati pronti per l’uso.
 

Tartellette al sesamo, tonno e germogli di crescione

Ingredienti per ca. 20 tartellette: 150 g di farina bianca “00”, 70 g di burro, un cucchiaio di semi sesamo,160 g di tonno sott’olio, 150 g di ricotta, qualche stelo di erba cipollina, 50 g di germogli di crescione, quattro pomodori ciliegia e foglioline di spinaci per decorare, sale e pepe.

Preparazione: Formate una fontana con la farina, mettete al centro il burro spezzettato, i semi di sesamo, un pizzico di sale e qualche cucchiaiata di acqua; impastate fino a formare un impasto omogeneo ed elastico. Formate una palla e lasciatela riposare per 20 minuti in luogo fresco. Mettete nel frullatore il tonno scolato dall’olio e la ricotta. Frullate fino a ottenere una crema liscia, trasferitela in una terrina e insaporitela con sale e pepe. Aggiungete l’erba cipollina tagliuzzata e tenete a parte. Tirate la pasta in una sfoglia sottile e rivestite degli stampini per tartellette. Bucherellateli sul fondo e infornate a 180° per 10 minuti. Lasciateli raffreddare e toglieteli dagli stampini. Mettete la mousse di tonno in una tasca da pasticceria e farcite le tartellette. Decorate ognuna con un po’ di germogli di crescione e servite.

Osservazioni: i germogli di crescione hanno un sapore leggermente piccante. Potete sostituirli con i germogli di ravanello. Contengono vitamine del gruppo B, C ed E. Sono ottimi per i diabetici per la loro proprietà di abbassare la concentrazione di zuccheri nel sangue. 
 

Insalata di pasta con pomodori, trota e germogli di rafano

Ingredienti: 350 g di pasta formato farfalle, 200 g di filetto di trota affumicata, 200 g di pomodorini ciliegia, un avocado maturo, 60 g di olive nere snocciolate, 60 g di germogli di rafano, 50 g di olio di oliva extravergine, 30 g di foglie di basilico, sale e pepe.

Preparazione: cuocete la pasta in acqua bollente salata, scolatela al dente e raffreddatela allargandola in una pirofila. Tagliate i pomodori a spicchietti e spezzettate i filetti di trota. Sbucciate l’avocado e tagliate la polpa a cubetti, metteteli in una terrina e conditeli con un filo d’ olio e un pizzico di sale. In una grande insalatiera riunite la pasta, le verdure e la trota affumicata, le olive nere e il basilico spezzettato. Condite con l’olio rimasto, aggiustate di sale e spolverizzate di pepe. Mescolate delicatamente, lasciate riposare 5 minuti e servite cosparsa con i germogli di rafano.  
 

Rotolini di frittata con germogli di soia

Ingredienti: quattro uova intere, due zucchine, 100 g di germogli di soia freschi, 20 g di parmigiano grattugiato, tre cucchiai di panna da cucina, 40 g di olio di oliva, un cucchiaio di prezzemolo, uno spicchio d’aglio, un cucchiaino di curry, sale e pepe.
Per il contorno: 120 g di insalatina mista, due cucchiai di olio di oliva extravergine, un cucchiaio di aceto balsamico.

Preparazione: in una terrina sbattete le uova con la panna da cucina, un pizzico di sale e pepe, il curry e il parmigiano grattugiato. Scaldare una padella antiaderente di 20 cm di diametro, spennelatela di olio e formate delle frittatine sottili con il composto di uova. Tenetele a parte. Tagliate le zucchine a julienne, sciacquate ripetutamente i germogli di soia.
Saltate le verdure in una padella, salatele e cuocete a fuoco dolce per 5-6 minuti e aggiungetete il prezzemolo tritato. Lasciate intiepidire. Disponete le frittatine su un foglio di carta da forno, distribuitevi il ripieno di zucchine, arrotolatele su se stesse, richiudete la carta a caramella e conservate in frigorifero. Tagliate i rotolini a rondelle e disponeteli su un letto di insalatina mista condita con un’emulsione di olio e aceto balsamico.

 

Licia Cagnoni
Chef professionista, 
specializzata in cucina macrobiotica e vegetariana
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   


Immagini: Silvana Comugnero – Fotolia.it

 

 

Parole chiave: 
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 13 Aprile 2012 10:31 )