Qualità e sicurezza dei cibi e dei prodotti alimentari di tutti i giorni, valorizzazione dei mercati, dei mestieri dell’agricoltura, del patrimonio culinario, turistico e culturale dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo sono alla base della ricerca e del lavoro di promozione della ricerca della  "Conservatoria".  

La Conservatoria delle Cucine Mediterranee del Piemonte, è una associazione senza fine di lucro che ricerca e promuove la valorizzazione dei prodotti del territorio, i mestieri dell’agricoltura, i mercati, la cucina di qualità e, più in generale, il patrimonio culinario, turistico e culturale dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Nata a Torino nel 2004, recentemente ha modificato il proprio Statuto dando vita alla “Conservatoria delle Cucine Mediterranee - Sezione Federata del Nord Ovest” alla quale ha già aderito il GAL del Genovesato.  

La Conservatoria presta particolare attenzione alla qualità e alla sicurezza dei cibi e dei prodotti di tutti i giorni, al rapporto prezzo-qualità-sostenibilità economica del cibo come parte integrante del più generale concetto di sostenibilità ambientale. Sostiene le tecniche di produzione volte a conservare le biodiversità e le risorse naturali, le pratiche agricole ecocompatibili e l’agricoltura biologica. Rifiuta gli OGM e assume una posizione critica verso alcuni istituti, quali la brevettazione biotecnologica, che considera in contrasto con i diritti dei piccoli produttori e degli agricoltori dei paesi in via di sviluppo. Dedica una particolare attenzione all’area montana e pedemontana, anche per le sue caratteristiche di frontiera-legame. Persegue un fine sociale di integrazione, facendo interagire azioni di ricerca, valorizzazione e promozione delle culture locali e immigrate, dei prodotti della terra e della cucina.

La Conservatoria si pone come un punto di riferimento internazionale nel dibattito pubblico sul rapporto tra globale e locale, partendo dai prodotti e dalla cultura materiale, fino ai grandi temi spinosi del nostro tempo relativi a salute, acqua, ambiente e biotecnologie per:
• conferire un contributo originale alla cooperazione fra le differenti aree del Mediterraneo, per ciò che riguarda il patrimonio culinario, i prodotti agroalimentari, le qualità dei rispettivi territori e le loro culture;
• favorire, attraverso la valorizzazione delle identità locali e delle comunità migranti, pratiche di convivenza diffusa e condivisa;
• tutelare e promuovere il patrimonio culinario e i prodotti agroalimentari di qualità, biologici ed ecocompatibili, nel quadro della promozione del patrimonio di cultura materiale, con particolare attenzione per quelli localmente caratterizzati da legami storici, ambientali e comunitari.

La Conservatoria è una sezione federata del Conservatoire International des Cuisines Méditerranéennes, la cui sede legale si trova a Marsiglia. Un network internazionale di istituzioni pubbliche e private, di associazioni e persone presenti in Italia, Francia, Spagna, Grecia, Cipro, Turchia, Israele, Palestina, Libano, Algeria, Marocco e Tunisia. Altri paesi si stanno avvicinando al Conservatoire, e a Torino si sta lavorando nella prospettiva di un rafforzamento e una estensione della rete italiana. Nella primavera 2009 è stata infatti inaugurata, con il sostegno fattivo della Conservatoria del Nord Ovest, la sede della Conservatoria della Campania e sta per essere inaugurata la Conservatoria della Sicilia.

La Conservatoria è socio fondatore della rete europea Emporion con sede legale a Barcellona, rete nata per la valorizzazione e tutela dei mercati storici. Aderiscono a Emporion le città e i mercati di Torino, Barcellona, Lione, Londra, Budapest e Lisbona. È altresì socio dell’AIAB (Associazione produttori biologici) e dell’Istituto Euro-mediterraneo del Nord Ovest Paralleli, associazione la cui attività si inserisce nel processo di partnership euro-mediterranea che intende contribuire al rafforzamento delle relazioni politiche, della cooperazione economica e dei flussi culturali e umani tra i Paesi europei e quelli delle sponde Sud ed Est del Mediterraneo.

Conservatoria delle Cucine Mediterranee
Via San G.B. La Salle, 17 - 10152 Torino
Telefono: +39 011 522 98 26 - Fax: +39 011 522 98 41
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.conservatoria.eu

 

 

 

  

Conservatoria delle Cucine Mediterranee - Sezione Federata del Nord Ovest

Principali aree di ricerca e di azione

Bambino e cavallo• il Food Market Festival a Torino per l’integrazione dei mercati alimentari internazionali e l’analisi della cultura distributiva del cibo;
• la ricerca sui mercati ambulanti e ambulanti in sede fissa del Piemonte, per la valorizzazione del loro ruolo nella distribuzione alimentare;
• la ricerca sulle best practice dei grandi mercati alimentari di Barcellona, Budapest, Londra, Lyon, Torino;
• le ricerche sui modelli di integrazione urbana del commercio alimentare, sulle produzioni e sulle cucine dell’area alpina e montana, e i progetti sui mercati delle aree montane e sulle best practice dei principali mercati dell’area mediterranea. 

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 12 Aprile 2012 16:45 )